Riccardo Dalle Luche: FARE GOSSIP CON FUJIFILM

FARE GOSSIP CON FUJIFILM

Per un paparazzo non è sempre piacevole svelare i propri servizi pubblicati nelle riviste di gossip. Per vari motivi professionali e di riservatezza, un paparazzo dovrebbe rimanere il più possibile nell’ anonimato, dovrebbe agire nell’ombra e stare lontano dalla celebrità. In ogni caso, per poter fare apprezzare al meglio la resa dell’attrezzatura Fujifilm, posterò a corredo di questo articolo alcune foto e delle mie pubblicazioni, omettendo di postare quelle che, per ovvi motivi, preferisco lasciare anonime, senza rivelarne la paternità.
Quest’anno per la mia stagione di Gossip estiva ho lavorato solo ed esclusivamente con due corpi Fujifilm: X-pro2 ed X-T1, abbinate a XF55-200mmF3.5-4.8, XF50-140mmF2.8 e XF100-400mmF4.5-5.6; le ho portate con me dalle spiagge assolate della Versilia alle fresche dolomiti del Trentino, mettendole alla prova.
Lavorare con le Fujifilm a poco a poco è diventato sempre più affidabile e ad oggi posso affermare che la differenza qualitativa con una reflex è sostanzialmente nulla, dato ormai per scontato che la velocità della sequenza e la precisione dell’autofocus hanno raggiunto livelli impeccabili. Voglio quindi soffermarmi su altre qualità importantissime su cui vale la pena ragionare, quali la compattezza, la leggerezza e la silenziosità.
Tanta qualità nelle fotocamere e nelle ottiche, ma anche tanta, tantissima comodità, rapidità e discrezione.
I corpi in lega di magnesio garantiscono resistenza e leggerezza. Inoltre sono tropicalizzati in entrambe le macchine, quindi in grado di resistere a piccoli urti e a qualche schizzo d’acqua o polvere. Impugnandole, la sensazione è di robustezza e cura nei particolari.
Per un fotografo, abituato a fotografare guardando attraverso il mirino di una reflex, l’uso del mirino elettronico inizialmente può sembrare un ostacolo ma ad oggi la considero un’ottima soluzione: sono molto più rapido, non perdo tempo a ricontrollare l’esposizione e posso concentrarmi su quello che accade attorno a me, anziché distrarmi a controllare il display dopo che ho scattato una foto, se decido di sovraesporre una foto non corro il rischio di dimenticarmi della sovraesposizione.
Le ghiere sono comode e tutti i comandi sono veloci da impostare e con una semplice occhiata, ti consentono di tenere tutto sotto controllo, senza dover entrare nel menu digitale. Per chi, come me, viene dalla fotografia analogica è un po’ come tornare indietro nel tempo e questo mi affascina e mi piace molto, invogliandomi ancora di più a scattare.
Il lavoro del paparazzo a volte è simile a quello di un detective, bisogna agire senza essere visti.
Molto utile nel gossip, per la foto “rubata”, è sicuramente l’applicazione mobile, per tablet o smartphone, Camera Remote.
L’applicazione permette di controllare la fotocamera (scatto remoto, gestione ISO, diaframma, otturatore), stabilire il punto di messa a fuoco in modalità touch, direttamente dal display del device e trasferire le foto selezionate, avere quindi la possibilità di piazzare la macchina ad una distanza di qualche metro e scattare foto direttamente dal proprio telefonino senza correre il rischio di essere scoperti.
Spesso mi trovo a lavorare di nascosto in luoghi non affatto semplici da raggiungere. Usando Fujifilm X-Pro2  ed X-T1 con un XF100-400mmF4.5-5.6 ho ridotto sensibilmente l’ingombro e la pesantezza e quindi è stato molto più semplice infilarmi in zone non sempre agevoli.
Qualche volta ho dovuto scattare fotografie di nascosto talmente vicino ai soggetti, quasi da dover trattenere il respiro per non rischiare di essere scoperto, figuriamoci quanto sarebbe stato difficile camuffare il rumore provocato da una raffica di una reflex.
Il rumore provocato dalle macchine Fujifilm, a differenza di quello delle fotocamere a specchio, è molto leggero e addirittura lo si può eliminare del tutto se si passa all’opzione otturatore elettronico, grande qualità assolutamente da non sottovalutare e che rende queste fotocamere delle ottime compagne di lavoro per ogni paparazzo!

Le fotografie che seguono sono state scattate con le Fujifilm X-T1 ed X-Pro2, usando le ottiche XF55-200mmF3.5-4.8, XF50-140mmF2.8 e XF100-400mmF4.5-5.6

Riccardo Dalle Luche

 

Marina di Massa (MS) Bagno La Romanina Gigi Buffon con Ilaria D'Amico al Mare

Marina di Massa (MS) Bagno La Romanina Gigi Buffon con Ilaria D’Amico al Mare

chi_hunziker-trussardi gente_hunziker4

Marina di Pietrasanta (LU) Twiga Elisabetta Gregoriani con il figlio Natan Falco in piscina

Marina di Pietrasanta (LU) Twiga Elisabetta Gregoriani con il figlio Natan Falco in piscina

Forte dei Marmi (LU) Bagno Augustus Michelle Hunziker fa il bagno con la figlia Celeste e Aurora insieme all'amica Sara Daniele

Forte dei Marmi (LU) Bagno Augustus Michelle Hunziker fa il bagno con la figlia Celeste e Aurora insieme all’amica Sara Daniele

Marina di Pietrasanta (LU)  Riccardo Montolivo con la moglie Cristina De Pin e la figlia Mariam

Marina di Pietrasanta (LU) Riccardo Montolivo con la moglie Cristina De Pin e la figlia Mariam

oggi_buffon oggi_panariello