Kappa FuturFestival, uno tra i più grandi festival di musica elettronica Europei. Più di 40 mila persone di ogni età e provenienza, due giorni di festival in una location spettacolare all’aperto, il Parco Dora (zona industriale riqualificata), oltre 40 dj su più palchi per 24 ore di musica. Questi alcuni dei numeri del KFF.

Un pubblico entusiasta e caloroso che ha potuto ballare nelle precedenti edizioni, con tutte le sfumature dell’elettronica: tra i dj più apprezzati i tedeschi Sven Väth, Chris Liebing, Ellen Allien e Solomun; insieme alla techno di Nina Kraviz, Ricardo Villalobos; passando dall’italiano Marco Carola fino al sorprendente back to back tra Skin e Nicole Moudaber. Un festival che non è solo spensieratezza e divertimento, ma anche tanto lavoro e organizzazione: Oltre 500 i ragazzi coinvolti nella realizzazione del festival e tra questi io ed il mio team. Video e fotografia sono il denominatore comune per rivivere tutti i momenti di queste due giornate.


Chi sono io? Simone Arena, fotografo professionista che è pian piano cresciuto nel mondo della fotografia spaziando in diversi ambiti, ma rimanendo sempre affascinato dalla fotografia di ritratto. Avere uno studio, luci, flash porta a giocare con la propria creatività, correggendo pose e interagendo con il soggetto, provando e riprovando per ottenere quello scatto; esattamente lo scatto che si aveva in testa. È fantastico ma non è abbastanza: la mia voglia di essere attivo, sempre di corsa e pieno di vita vede la necessità di altro, reportistica, viaggi, eventi…


A differenza dello studio, negli eventi come il Kappa FuturFestival non si può provare e riprovare; non si hanno luci artificiali e flash in ogni circostanza, non è possibile correggere pose, ma solo catturare espressioni fugaci e attimi unici. È necessario settare i giusti parametri, osservare la luce naturale, quella artificiale dei pannelli led e gli effetti luce della scenografia, ma soprattutto seguire la musica e capirne l’andamento. Entrare in sintonia con l’ambiente che ti circonda e con il dj che sta suonando è fondamentale.


Ho voluto portare la mia creatività anche negli eventi sfruttando la mia conoscenza di fotografia ritrattistica e sperimentando delle foto artistiche anche con persone che non sono modelli/e, ma ragazzi comuni, pronti a divertirsi nelle più disparate situazioni. Tutto ciò mi ha portato a vedere ogni situazione in modo diverso cercando, però, di non perdere mai il mio stile e la mia personalità; ed è stata la scelta giusta, con le mie idee sono riuscito a diventare il direttore multimediale di questi grandi eventi, gestendo un team di fotografi e seguendo i rapporti con la stampa.


La decisione ideale come attrezzatura in questi eventi è quella di muoversi in agilità e in leggerezza tra la folla non rinunciando mai alla qualità dello scatto. Il peso in questi casi è determinante: poter sfruttare un’attrezzatura professionale che allo stesso tempo risulta comoda e leggera non ha prezzo. Inoltre, una connessione  wi-fi performante e immediata è fondamentale.


Il nostro lavoro non si esaurisce in una mera reportistica, ma anche nella condivisione immediata di contenuti sui social network e con le varie testate giornalistiche. Tutti sappiamo l’istantaneità che ci porta a vivere il mondo social ed è importante lavorare al meglio anche in quest’ambito trasferendo, in pochi secondi, contenuti sullo smartphone pronti ad essere pubblicati e condivisi.


Il valore aggiunto è stato avere un team di collaboratori che seguono il tuo stile, la tua idea di racconto del festival. Diventa, come accennavo poco fa, una questione di tempistiche. Tutti flessibili e dinamici nello spostarsi, pronti a correre non appena c’era bisogno di un certo scatto magari dall’altra parte del parco, tutti connessi per scambiarsi immagini in modo istantaneo riuscendo anche a capire sul momento quale situazione mancava dall’essere fotografata e quale, invece, era già stata immortalata. L’organizzazione è questa: team di collaboratori professionali e mossi dalla passione per il proprio lavoro, ottiche e macchine fotografiche professionali, qualità imbattibile e organizzazione all’interno del team per non perdere neanche un attimo.

La mia professione mi porta ad essere sempre aggiornato sulla migliore tecnologia esistente in ambito fotografico così da essere sempre pronto a rispondere ad ogni esigenza.