X-PhotographerX-Stories

Alberto Buzzanca e la sua X-T2

Fujifilm rinnova la gamma di fotocamere Mirrorless presentando ufficialmente la nuova X-T2, evoluzione dell’apprezzata X-T1 (che ritengo ad oggi assolutamente un’ottima macchina, tanto da utilizzarla come secondo corpo durante i miei servizi fotografici).
Le mie impressioni sono decisamente positive:
la macchina è leggera e si impugna bene, è ergonomica e compatta. Molti sono i tasti personalizzabili che rendono la X-T2 semplice e veloce nell’ utilizzo, a seconda delle proprie necessità e preferenze.
Le tre ghiere posizionate sul top della macchina, stile vintage, permettono un controllo immediato di ISO ed EV.
Sensore, sistema di autofocus e mirino, sono stati sensibilmente migliorati.
Utilizzando la X-T2 prevalentemente in scatti statici (ritratto), ho particolarmente apprezzato il joystick (come sulla X-Pro2) che rende rapidi e precisi gli spostamenti dei punti di messa a fuoco.
Molto spesso fotografo in condizioni di luce scarsa, utilizzando gli obiettivi XF 56mm f/1.2 R e XF 35mm 1.4 R, a piena apertura. Anche in situazioni estreme la X-T2 riesce a gestire in maniera eccellente autofocus, nitidezza ed esposizione.
Fotografo esclusivamente in JPEG e trovo molto interessanti le simulazioni di pellicola, molto fedeli alle originali. In special modo la simulazione bianco e nero ACROS, nitida e ricca di dettagli.
Il file è pulito, nitido con colori intensi ed al tempo stesso naturali.
Ne ho sentite molte per quanto riguarda il consumo delle batterie. Personalmente, con una batteria originale, riesco tranquillamente ad eseguire 500-700 scatti, dipende dalle situazioni. In caso di necessità può anche risultare comodo l’utilizzo del battery grip VPB-XT2 (che aumenta autonomia ma anche prestazioni).
Se cercate un corpo macchina che possa sostituire la reflex, con minor peso e caratteristiche equivalenti, la XT2 fa per voi!
Che altro dirvi… finalmente ho trovato ciò che cercavo da tempo!

Alberto Buzzanca

 

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10