Non importa che sia T, S o F.

Ogni sigla è buona, purché sia Fujifillm X100.

Mi occupo prevalentemente di  videografia , ma da quando nella mia vita è entrata la regina del reportage, non riesco a farne a meno. Vivo tra Salerno e Udine, su e giù per l’ Italia, rotolando senza tregua ma, con me sempre la magia e il fascino di un solo occhio, quello del 23mm, capace di vedere e far vedere tutto, senza compromessi, senza mezze misure: solo la massima qualità d’immagine complessiva. Perché questo è  il progetto Fujifilm X100. Essere invisibili e osservare il mondo, consapevoli di poter offrire la sua migliore rappresentazione. Dinanzi alla gente o dietro di essa, liberi di poter scattare ovunque. Esserci e non essere visti, ma sentire, come l’ anima.

Con Fujifilm X100.

Sempre un occhio sul mondo.

Marco Bencivenga